Ad Alghero lo spettacolo che riporta ai sogni e ai timori dell’Italia del dopoguerra

Appuntamento con Cuore Italiano domenica 5 gennaio.

Domenica 5 gennaio nel Civico Teatro di Alghero si terrà il nuovo spettacolo dal titolo “Cuore Italiano” che vedrà Franca Masu protagonista insieme a uno splendido quartetto.

Saranno due concerti quelli offerti dalla Masu, alle 19 e alle 21. Anche questo evento è sostenuto dalla Fondazione Alghero insieme all’Amministrazione della città e rientra nel programma del Cap d’ Any 2020. Ispirandosi alla grande tradizione musicale italiana, l’artista si è lasciata trasportare da tutti quei ricordi e quei racconti che vengono da lontano e che portano con sé non solo una melodia, ma un soffio di nostalgia, il sapore di un amore lontano, sognato e chissà, magari mai espresso.

Con Cuore Italiano la sua voce  intesse un omaggio emozionante, quasi un abbraccio sonoro dedicato a un pubblico maturo ma che può allo stesso tempo abbracciare più generazioni; infatti Franca Masu rivisitando un repertorio rétro, sceglie comunque di non perdere di vista anche quel giusto pizzico di ironia sempre utile per divertirsi con la musica e la vita. L’allestimento scenico è a cura di Tonino Serra e Marco Velli.

Accompagnata da un ben consolidato ensemble formato da Luca Falomi alle chitarre, Salvatore Maltana al contrabbasso, Massimo Russino alla batteria e Fausto Beccalossi all’accordeon, ha scelto di cantare quel repertorio che riecheggia ancora dei passi di danza, delle storie e dell’immaginario delle generazioni tra gli anni ’40 e i primi del ‘60. Sono storie che parlavano di sentimenti profondi e desideri talvolta impronunciabili, di teneri timori ma anche di quelle tante speranze che  risuonavano misteriosamente alla radio, attraversando il vissuto di un’Italia che dopo la guerra non avrebbe smesso di sognare la rinascita, non solo con l’illusione ma con l’impegno fattivo del giorno dopo giorno. In quelle melodie e in quelle parole, si può ritrovare l’anima di un intero paese e la cronaca del quotidiano elevata a poesia popolare. Sono ancora disponibili biglietti al botteghino del teatro aperto mattina e sera. Il costo è di 8 euro.

(Visited 259 times, 1 visits today)

Note sull'autore