Dai cani senza guinzaglio alle deiezioni: stretta sui controlli a Sassari

Oltre 20 le multe a Sassari.

Oltre alla lotta contro l’abbandono dei rifiuti a Sassari un’altra azione avviata in queste settimane per contrastare il degrado ambientale, è stata, dopo oltre dieci anni di inattività, la ripresa la ripresa della collaborazione tra le guardie zoofile regionali e il Comune.

Si tratta di realtà appartenenti a tre associazioni accreditate dal servizio veterinario della locale Ats con cui l’Amministrazione comunale di Sassari ha stilato un protocollo operativo per lo svolgimento di servizi di vigilanza per assicurare il benessere degli animali da affezione. Da alcune settimane queste sono impegnate a monitorare le condotte dei proprietari dei cani, anche con l’obiettivo di contrastare gli illeciti che provocano degrado e rischi per l’incolumità delle persone. Il personale ha frequentato un corso di aggiornamento professionale a cura del nucleo di polizia ambientale del comando di Polizia locale e, immediatamente dopo, sono iniziati i controlli sul territorio.

In questo periodo le guardie appartenenti alle associazioni Aeopc, Afas e Arpas hanno svolto 148 controlli su segnalazione cani vaganti; ha elevato 18 verbali per mancato utilizzo del guinzaglio durante la conduzione di cani su area pubblica, 5 per deiezioni non raccolte dai marciapiedi, 3 per omessa custodia cani, 1 per accesso a un’area parco giochi con il cane e 2 a conduttori di cani sprovvisti guinzaglio.

(Visited 1.035 times, 1 visits today)

Note sull'autore