Cellulare e droga in carcere a Sassari in cambio di soldi: nei guai un agente

L’indagine.

Dopo un’indagine svolta dal Nucleo Investigativo Centrale è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un assistente capo della Polizia penitenziaria di Sassari.

L’uomo è ritenuto responsabile di aver dato un cellulare e della droga ad alcuni detenuti del carcere di Sassari Bancali. Le indagini erano partite a fine 2018 in seguito al ritrovamento di un cellulare nelle disponibilità di un detenuto del carcere sardo.

Dopo gli accertamenti da parte della polizia penitenziaria è stato scoperto che l’agente aveva consegnato il telefono ad un detenuto in cambio di 500 euro. Durante gli approfondimenti è emerso anche che aveva fornito della droga ad altri detenuti.

(Visited 2.116 times, 1 visits today)

Note sull'autore