La condanna di Peru rimette in discussione gli equilibri tra Sassari e Alghero

In bilico gli equilibri politici di Sassari.

La condanna del consigliere regionale di Sorso, Antonello Peru, ha agitato le acque della maggioranza. A pesare sulla scelta del tribunale di Sassari sono gli equilibri tra la città capoluogo e Alghero, ma soprattutto sulla tenuta del centrodestra che, a più riprese, aveva chiesto al governatore Christian Solinas un rimpasto di giunta.

Si rafforza Alghero.

Se Sassari perde un pezzo, Alghero ne aggiunge un altro. A subentrare a Peru, infatti, è l’ex sindaco di Alghero, Marco Tedde, di Forza Italia. Un ex “compagno” di partito, che rafforza ulteriormente il centro catalano, visto che alla presidenza del Consiglio regionale siede un altro algherese, Michele Pais, poi passato tra le file della Lega.

Le richieste di Peru.

Nelle ultime settimana, il consigliere Peru aveva chiesto per Sassari maggior peso nel Palazzo di via Roma a Cagliari. Eletto tra le file di Forza Italia e poi uscito per aderire al progetto di Cambiamo!UdcItalia Viva, la condanna taglia la possibilità di concedere i centristi un secondo assessorato, dopo quello di Andrea Biancareddu.

La condanna.

Ieri, il giudice del tribunale di Sassari aveva condannato a 5 anni e 6 mesi di reclusione, il consigliere regionale di Cambiamo!Antonello Peru. L’esponente di centrodestra era finito sul banco degli imputati con l’accusa di tentata concussione, in merito a presunti abusi edilizi avvenuti nella sua villa al mare.

Condividi l'articolo