Contro il coronavirus ci si affida alla fede: benedizioni e preghiere nelle chiese

Preghiere contro il coronavirus.

Nei momenti difficili un aiuto può arrivare dalla fede. O almeno per chi la possiede. In questi giorni sono numerose le iniziative dei sacerdoti e ordini religiosi che stanno effettuando rogazioni a Sassari e nei paesi della provincia.

Nella chiesa di Santa Maria di Betlem i frati minori conventuali hanno intronizzato la Madonna dormiente, esposta nel periodo di ferragosto per ringraziare l’Assunta di aver liberato la città dalla peste. Ragion per cui, il 14 agosto di ogni anno, si svolge la processione dei Candelieri che partono da piazza Castello arrivando fino alla chiesa nella quale viene rinnovato il Voto.

A San Pietro in Silki, dove viene custodito il simulacro della Madonna delle Grazie, questa mattina l’arcivescovo Gianfranco Saba ha presieduto la celebrazione eucaristica affidando a Maria le sorti di Sassari. “O Maria, tu risplendi sempre nel nostro cammino, come segno di salvezza e di speranza. Siamo consapevoli, i nostri padri ci hanno raccontato della tua speciale e costante protezione verso di noi figli della Chiesa turritana dalle origini fino ai nostri giorni. E noi ancora oggi ci affidiamo a Te, salute dei malati, che presso la croce sei stata associata al dolore di Gesù mantenendo ferma la tua fede – ha detto il presule davanti il simulacro -. Tu, Madonna del popolo, sai di che cosa abbiamo bisogno e siamo certi che provvederai perché, come a Cana di Galilea, possa tornare la gioia e la festa dopo questo momento di prova. Aiutaci o Madre di Grazie a conformarci al volere del Padre e a fare ciò che ciò che ci dirà Gesù che ha preso su di sé le nostre sofferenze e si è caricato dei nostri dolori per condurci, attraverso la croce, alla gioia della risurrezione della quale partecipi assunta nella gloria del Cielo. Come primizia del compimento del mistero di salvezza. Amen”.

A Ittiri la Beata Vergine di Coros è stata trasportata in processione, sopra un’auto, per le vie del paese. Il suono delle campane ha richiamato l’attenzione dei fedeli che rispettando le restrizioni non sono usciti di casa ma hanno recitato una preghiera dalla finestra. L’iniziativa è stata fortemente voluta dal parroco di San Pietro in Vincoli, don Nicola Carta e quello di San Francesco, don Virgilio Businco. Le altre funzioni come la Messa e benedizione eucaristica, invece, sono state trasmesse in diretta streaming sulle pagine social.

A Sorso il parroco di San Pantaleo, don Luca Collu, ha benedetto il paese salendo sulla facciata della chiesa accompagnato da due seminaristi. A mezzogiorno in punto, dopo la recita dell’Angelus, la benedizione con il Santissimo Sacramento in un paese fantasma.

(Visited 2.025 times, 1 visits today)

Note sull'autore