Il grande dolore di Sassari per la morte di Antonio, il giovane medico vittima dell’incidente di Pattada

Il grande dolore di Sassari per la morte di Antonio.

E’ grande il dolore per la scomparsa di Antonio Carruale, il medico 28enne scomparso ieri sera in seguito ad un incidente stradale avvenuto nella zona di Ponte Molinu, lungo la strada statale 128 bis che conduce Ozieri a Pattada.

Il giovane, originario di Orune e specializzando nella facoltà di Medicina dell’Università di Sassari, aveva una grande passione per lo sport. Soprattutto per il calcio e la sua squadra del cuore, la Juventus. Uno studente modello, che conseguiva buoni voti e si adoperava nell’aiuto di quanti erano in difficoltà. Da qui il sogno, infranto prematuramente, di fare l’oncologo. In città si era fatto tanti amici, anche fuori dagli ambienti universitari. E, non appena poteva, rientrava in paese per trascorrere qualche giorno con i parenti.

Quanto avvenuto ieri, intorno alle 18:30, resta da chiarire. Carruale, stando alle prime ricostruzioni, era a bordo della sua auto quando improvvisamente si è schiantato contro un furgoncino sulla quale viaggiavano alcuni operai forestali di Pattada. Il mezzo che trasportava questi ultimi, tuttavia, non avrebbe potuto evitare l’impatto frontale visto che l’auto del giovane sarebbe comparsa all’improvviso senza lasciare margini di possibilità ad eventuali manovre.

Tragedia sulla strada di Pattada, si scontra con un furgone, muore un giovane medico.

Sul posto è intervenuto il personale medico del 118 che, nonostante i tentativi di rianimazione, si è dovuto arrendere constatando il decesso. Operazioni compiute grazie anche all’ausilio dei vigili del fuoco che si sono adoperati, senza sosta, a mettere in sicurezza le auto e la strada.

Non destano preoccupazione, invece, le condizioni dei 4 passeggeri a bordo del furgoncino. Gli accertamenti approfonditi, effettuati nell’ospedale Segni di Ozieri, hanno escluso lesioni che potessero compromettere la loro vita.

(Visited 60.664 times, 1 visits today)

Note sull'autore