Più aiuti per dare ossigeno alle imprese di Sassari: le richieste di Confcommercio

Le proposte per le imprese della ristorazione e dell’intrattenimento.

Prosegue con grande determinazione il lavoro della Fipe Confcommercio dell’area nord ovest Sardegna, la Federazione che rappresenta nella sola area nordoccidentale sarda oltre 600 imprese della ristorazione e dell’intrattenimento.

Imprese colpite con particolare veemenza dalle continue restrizioni dovute al rispetto delle normative tese al contenimento della pandemia. Negli ultimi giorni il coordinamento generale della Fipe Confcommercio dell’area nord ovest ha incontrato il Consigliere regionale, Antonello Peru.

Al Consigliere Peru è stata rimarcata l’assoluta necessità di un intervento più deciso da parte della Regione per dare ossigeno al comparto dei pubblici esercizi e consentirgli, dunque, di scavallare questo drammatico periodo, ad esempio attraverso una moratoria sui pagamenti Abbanoa, mitigando (anche attraverso specifico accordo con l’Anci) l’impatto della Tari; favorendo contributi attraverso appositi bandi semplificati, dedicati al settore.

Ma soprattutto cercando di dare concreta attuazione, una volta terminata la vaccinazione delle categorie protette e delle fasce di età più avanzate, al protocollo firmato dal Governo nazionale con Confcommercio, le altre Associazioni di Categoria e i sindacati dei Lavoratori, che prevede la vaccinazione dei lavoratori delle aziende. Questa situazione è particolarmente sentita nel comparto dei pubblici esercizi e del turismo, dove i lavoratori e i titolari (in particolare nella stagione estiva ormai alle porte) entrano in contatto con migliaia di persone.

Sempre recentemente i coordinatori della Fipe Confcommercio della città di Sassari Alberto Fois, Giuseppe Marras e Antonio Paoni, insieme ad una ristretta delegazione dei pubblici esercizi sassaresi, hanno affrontato con l’Assessore comunale alle Attività produttive Nicola Lucchi una serie di tematiche di stringente attualità per le imprese di pubblico esercizio, ad iniziare dall’utilizzo del suolo pubblico e dal piano dei dehors in fase di rivisitazione.

Fortemente operativo anche il Coordinamento Fipe Confcommercio della città di Alghero guidato da Alessandro Pesapane che nei prossimi giorni incontrerà nuovamente il sindaco Conoci e gli Assessori comunali di riferimento per proseguire l’interlocuzione già avviata. In piena azione anche il Coordinamento Fipe Confcommercio di Porto Torres capitanato da Massimiliano Cilia, che ha inviato una nota circostanziata al presidente del Consiglio comunale Satta, al Sindaco Mulas e all’intera Giunta comunale.

Senza sosta anche il lavoro portato avanti dai Coordinamenti Fipe Confcommercio di Sorso e di Castelsardo, guidati rispettivamente da Giuseppe Marras e Samuel Corso. Su questi due Comuni è ancora in atto una fase interlocutoria finalizzata all’ascolto ed al coinvolgimento degli imprenditori del settore.

(Visited 226 times, 1 visits today)

Note sull'autore