Criptovalute emergenti: quali monitorare nei prossimi mesi?

Mentre i big del settore crypto risentono dell’ondata di vendite, che penalizza soprattutto Bitcoin e le principali monete digitali, le criptovalute emergenti confermano il momento positivo e continuano a catturare l’attenzione degli investitori. Il 2021 sarà un anno particolarmente ricco di nuovi lanci, tuttavia sono diversi i progetti crypto più recenti da monitorare già oggi.

Rispetto ai token digitali più maturi, questi asset offrono vari vantaggi a chi vuole investire in criptovalute, infatti presentano un prezzo più basso, una minore speculazione e margini potenziali di crescita maggiori. Ovviamente, è indispensabile studiare in modo accurato ogni tecnologia e i suoi possibili sviluppi futuri, per capire quali potrebbero affermarsi nei prossimi anni e fornire delle prospettive intriganti.

I progetti crypto più interessanti secondo gli esperti

Secondo gli esperti di Migliorbrokerforex.net, sito web specializzato sul trading online, sono diverse le criptovalute uscite da pochissimo (emergenti) da valutare per eventuali investimenti in questo momento. Si tratta di tecnologie ancora giovani e poco conosciute, caratterizzate da una quotazione molto bassa che rende questo genere di operazioni più accessibili.

Una di queste è senza dubbio Aave (AAVE), una rete blockchain nata per gestire i prestiti in criptovalute, un progetto innovativo nell’ambiente che consente di ottenere liquidità in forma crypto. L’obiettivo in questo caso è supportare il mondo delle criptovalute, per fornire fondi essenziali per lo sviluppo di applicazioni decentralizzate e tecnologie in ambito crypto e blockchain.

Sotto i riflettori è finita anche 1inch, un progetto in forte crescita considerato dagli analisti uno dei più interessanti per il 2021, potenzialmente in grado di competere con Uniswap. 1inch è infatti un DEX, un aggregatore di exchange decentralizzati, una piattaforma che consente di comparare tutti gli exchange e individuare quello che offre il tasso di cambio più conveniente.

Tra le criptovalute emergenti da tenere d’occhio nel 2021 c’è sicuramente anche Polkadot, sebbene la tecnologia cominci ad essere piuttosto nota nell’ambiente e non solo. La blockchain delle blockchain ha accelerato il passo negli ultimi mesi, grazie a numerosi progetti realizzati per la piattaforma interoperabile di smart contract, tra cui Kusama, RioChain e Polkastarter.

Rischi e opportunità degli investimenti sulle nuove criptovalute

Il mercato delle criptovalute emergenti è uno dei più monitorati dagli investitori, infatti questi asset garantiscono importanti vantaggi rispetto a Bitcoin e company. Innanzitutto possono fornire performance potenzialmente elevate, qualora il progetto dovesse crescere e passare dalla fase di startup a quella di tecnologia matura e utilizzata da utenti e aziende.

Inoltre, queste criptovalute hanno un prezzo d’acquisto basso, pochi movimenti e una scarsa competizione, perciò sono meno esposte alla volatilità e si possono aprire posizioni anche con capitali ridotti. Al contrario, è evidente come si tratti di investimenti con un rischio alto, in quanto è difficile prevederne il futuro e soprattutto stimare la durata dell’investimento.

Per questo motivo, è indispensabile studiare il progetto crypto con particolare attenzione, monitorando la tecnologia per un po’ di tempo e verificando quale potrebbe essere il suo posizionamento sul mercato. La conoscenza aiuta a gestire il rischio in modo sostenibile, per realizzare investimenti adeguati alle proprie possibilità e agli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Come investire sulle criptovalute emergenti oggi

Per investire sule criptovalute meno conosciute è possibile acquistare la moneta digitale di riferimento attraverso gli exchange, scambiando valute fiat come l’euro per ricevere un controvalore in asset crypto. Dopodiché le criptovalute vanno depositate all’interno di un wallet digitale, utilizzando quelli forniti dagli exchange, un servizio esterno, oppure si possono custodire in hardware fisici.

In alternativa, è possibile speculare sui movimenti della quotazione attraverso i contratti per differenza, aprendo un conto di trading online presso un broker autorizzato per investire online sulle criptovalute. Questa secondo opzione consente di non acquistare direttamente le monete virtuali, usando i CFD per operare sul rialzo o il ribasso del prezzo sui mercati finanziari.

Entrambe le soluzioni presentano pro e contro, perciò è indispensabile valutare quale potrebbe essere il metodo più adatto alle proprie esigenze, considerando competenze, capitale a disposizione e timing degli investimenti. Ciò vale soprattutto per le criptovalute emergenti, asset che possono offrire prospettive considerevoli ma richiedono un controllo dei fattori di rischio adeguato.

(Visited 7.014 times, 1 visits today)

Note sull'autore