Carenza di personale al centro di salute mentale di Ozieri, il caso in Regione

L’interrogazione sul centro di salute mentale di Ozieri.

Questa mattina i consiglieri regionali di Liberi e Uguali Sardigna hanno presentato una interrogazione sulla grave carenza di medici presso il Centro di salute Mentale di Ozieri.

“Il Centro di Salute Mentale di Ozieri rappresenta un importante e unico riferimento per i cittadini dei 16 comuni dei territori del Logudoro e del Goceano, offre un primo riferimento per le persone con disagio psichico, coordina nell’ambito territoriale tutti gli interventi di prevenzione, cura, riabilitazione dei cittadini che presentano patologie psichiatriche” – afferma il consigliere Daniele Cocco – . “A seguito della drastica riduzione delle assunzioni si è venuta a creare una grave carenza del personale medico in organico con soli due medici in servizio di cui uno in malattia ormai da diversi mesi. Il servizio erogato dalla struttura di Ozieri rischia pertanto di interrompersi in qualsiasi momento, anche per la semplice assenza per malattia dell’unico medico in servizio che, tra l’altro, avrebbe diritto ai turni di riposo, ferie e permessi previsti dal contratto di lavoro”.


“Come segnalato dalla Dott.ssa Maria Vittoria Dettoto, richiamando ancora una volta l’attenzione sul problema della carenza di personale presso la struttura, e nonostante le continue richieste da parte dei pazienti che sollecitano una migliore assistenza sia in termini di continuità e sia in termini di quantità delle prestazioni, la Direzione dell’ATS Sardegna sembra sottovalutare il grave problema del personale medico”, continua Cocco.


“La carenza di medici, almeno due unità, non permette di garantire un’adeguata continuità del servizio offerto, con turnazioni e carichi di lavoro sempre più pressanti, determinando l’impossibilità di soddisfare ulteriori richieste di assistenza dei cittadini ed in particolar modo le ulteriori richieste di visite e colloqui per i pazienti già in cura – prosegue il consigliere – . Presso la struttura di Ozieri sono state interrotte le visite in presenza, eccetto per le urgenze, lasciano i pazienti già in cura senza assistenza da mesi e senza nemmeno avere la possibilità di colloqui telefonici che, per i disturbi psichici, possono essere molto importanti. Purtroppo il problema della salute mentale è ancora più sentito in questo periodo di grave crisi sanitaria ed economica dovuto alla pandemia registrando, in quest’ultimo anno, un forte incremento della richiesta di assistenza da parte delle persone interessate da disturbi mentali quali ansia, attacchi di panico o depressione”

Così nell’interrogazione i consiglieri regionali chiedono al presidente della Regione e all’Assessore della Sanità di porre immediatamente in essere una iniziativa che consenta l’assunzione in ruolo di almeno un psichiatra da destinare al Centro di Salute Mentale di Ozieri anche attivando procedure di mobilità interna, attingendo dalle graduatorie ancora vigenti o attraverso procedure selettive straordinarie.

(Visited 643 times, 1 visits today)