Lutto a Ozieri che piange la scomparsa del vescovo emerito Sergio Pintor

La scomparsa di Monsignor Sergio Pintor.

Dolore a Ozieri che piange la scomparsa del suo ex vescovo, Monsignor Sergio Pintor. È venuto a mancare oggi per cause naturali nella sua abitazione di Via Carducci ad Oristano all’età 83 anni.

Ozieri ricorda monsignor Pintor: “Una persona umile che aiutava tutti”

Nato ad Oristano il 16 novembre 1937, dopo il ginnasio frequentò il seminario a Cuglieri. Nel 1969 si laurea in Teologia Pastorale alla Pontificia Università Laterana.

Diventa vice parroco della cattedrale di Oristano, sua parrocchia di origine e poi direttore spirituale del seminario. Parroco della chiesa di San Paolo Apostolo ad Oristano dal 1972 al 1973. Per quasi vent’anni, dal 1985 al 2003, insegna teologia alla Pontificia Università Urbaniana.

Nel 1996 diventa direttore dell’ufficio nazionale Cei per la pastorale santità.  Il 29 settembre 2006, Papa Benedetto XVI lo nomina vescovo di Ozieri, succedendo a Sebastiano Sanguinetti.  Riceve l’ordinazione episcopale in Piazza Garibaldi ad Ozieri, l’ 8 dicembre 2006, tra una folla di fedele festanti.

Il 16 novembre 2012, al compimento del 75esimo anno di età, presenta la rinuncia al governo episcopale che viene accolta dal Papa e torna ad Oristano.

Grande il dolore del mondo della chiesa e non solo. “Per me era come un padre – dice Don Giacomo Fara, parroco di Tula – . Fu lui che nel 2007, mi comunicò che dovevo lasciare la parrocchia di San Nicola ad Ozieri, dopo averla amministrata per tanti anni, per trasferirmi nel Comune di Tula. Lo ricorderò sempre con affetto”.

“La famiglia Pintor è una famiglia storica della nostra città. Sono molto dispiaciuto per questa perdita e vorrei rivolgere le mie più sincere condoglianze alla famiglia”, commenta il sindaco di Oristano Andrea Lutzu.

(Visited 810 times, 1 visits today)