Fallimento della Sices di Porto Torres, il caso arriva in Parlamento

L’interrogazione del deputato Deidda sulla Sices di Porto Torres.

Il Deputato di FdI, Salvatore Deidda interviene sul caso del fallimento della Sices di Porto Torres e chiede di valutare una Zona Franca nell’area industriale e portuale.

“Ho presentato un’interrogazione al Governo ed al Ministro competente per capire come mai il rilancio della Sices Group, società operante sin dall’inizio degli anni sessanta a Porto Torres, protagonista di molte infrastrutture della zona industriale e comprendente un numero di lavoratori pari a 177 operai, tutti licenziati a fronte del fallimento della stessa, non sia mai stato oggetto di discussione ai tavoli dell’Esecutivo, nonostante il precedente sindaco, Sean Wheeler, aveva assicurato il proprio diretto interessamento con l’allora Ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio”.

“Da troppo tempo, anche complice l’inerzia da parte di Eni ed il mancato avvio del progetto della chimica verde – afferma Deidda – l’area industriale di Porto Torres sta vivendo una drammatica crisi, con risvolti occupazionali preoccupanti. Ci auguriamo che il Governo prenda immediati provvedimenti in merito attivando il regime di Zona Franca, sia nell’area portuale che in quella industriale, l’unico strumento in grado di garantire nuovi investimenti e la tenuta occupazionale”, conclude Deidda.

(Visited 1.057 times, 7 visits today)

Note sull'autore