Il significato religioso dei Candelieri, l’arcivescovo Saba: “Sia occasione di crescita”

Le considerazioni dell’arcivescovo metropolita.

Con la tradizionale discesa dei Candelieri, orgoglio sardo che nel 2013 è stato inserito nel Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’Unesco, il voto alla Madonna Assunta è stato sciolto fino al prossimo anno.

”Come già ho avuto occasione di dire con il messaggio rivolto ai gremi e alla città, questo appuntamento è un’occasione di crescita spirituale e di crescita umana”, dichiara con viva emozione l’arcivescovo metropolita di Sassari Gian Franco Saba.

Saba, nominato Cappellano di sua Santità nel 2011 e accurato studioso, crede nella forza ”luminosa e radiosa” che ha la Vergine di sollecitare il nostro impegno civile e di consentirci di progredire al massimo grado la nostra umanità. ”Maria ci invita a riassumere sempre più l’impegno di crescita personale, ecclesiale e sociale’‘, aggiunge.

La festa trasse origine a Pisa agli inizi del 1700 come offerta di cera alla Vergine Maria: la sera del 14 agosto, si svolgeva una processione con protagoniste delle imponenti macchine di legno rivestite di cera e raffiguranti santi ed episodi della Bibbia, che venivano trasportate fino alla cattedrale, con sottofondo musicale.

Sassari, alleata della Repubblica di Pisa, praticava conseguentemente il rito ogni vigilia ferragostana. A un certo punto, i gremi sostituirono i ceri con delle vere e proprie colonne in legno decorate con bandierine.

Nel 500, Sassari fu severamente colpita dalla peste. Nel 1528, l’epidemia più aggressiva si arrestò con l’intercessione della Madonna e di San Sebastiano. Mentre il voto al martire proseguì fino al XVIII secolo, quello della Madonna è continuato in forma separata con l’antica processione della vigilia dell’Assunta e giunge fino ai giorni nostri. I quattro maggiori gremi del tempo, insieme alle autorità comunali e alla curia arcivescovile, formularono il voto solenne di portare in processione, ogni 14 agosto, otto candelieri dalla “piana di Castello”, l’attuale piazza Castello, sino alla chiesa di Santa Maria di Betlem.

Ricordiamo che oggi 15 agosto alle ore 11, nella chiesa di Santa Maria di Betlem, si è tenuta la santa messa in onore dell’assunta e che questa sera alle ore 18:45, si svolgerà la solenne processione nel centro cittadino con partenza dalla Cattedrale di San Nicola.

(Visited 470 times, 1 visits today)