Sono i giovani i fuori legge delle norme anti-Covid di Sassari. Ammassati e senza mascherina in centro, altre 28 sanzioni da 400 euro

I controlli della polizia locale di Sassari.

Nel fine settimana sono state sanzionate dalla polizia locale di Sassari ventotto persone, prevalentemente giovani sotto i 30 anni. I locali, invece, hanno capito l’importanza dell’ultima ordinanza che limita la musica alle 22 e gli oltre ottanta esercizi controllati sono risultati tutti in regola.

Ancora una volta i meno rispettosi delle regole sono risultati essere i più giovani: su 28 persone multate, soltanto due sono sopra i cinquanta anni, mentre tutti gli altri non superano i trenta. Le attività si sono svolte tra venerdì sera e il sabato, tutte da agenti in borghese della polizia locale di Sassari. La violazione riscontrata non è dunque mai di una persona che per pochi attimi abbassa la mascherina, ma sempre di chi sceglie di non usarla.

La musica si spegne presto a Sassari e la movida senza regole si scatena nei comuni vicini

Venerdì sera sono stati sanzionati nove minorenni che creavano assembramento, senza mascherina, in piazza d’Italia. Due cinquantenni invece sono stati multati perché stavano davanti a un distributore di sigarette senza mascherina e nonostante si fossero avvicinate anche altre persone. Infine, un ragazzo davanti al Banco di Sardegna di piazza Castello è stato fermato e multato dalla polizia locale, dopo che tutto il gruppo di cui faceva parte, e che non usava alcuna protezione per coprire le vie aree, era riuscito a fuggire.

Sabato sera, intorno alle 22.30, sono stati sanzionati dieci giovani tra i venti e i venticinque anni che stavano assembrati sotto i portici Crispo senza mascherina. Altri sei, che non solo non coprivano naso e bocca ma si scambiavano anche le sigarette, sono stati multati in via Roma. Per tutti la sanzione è di 400 euro, che nel caso dei minorenni dovrà essere pagata dai genitori.

(Visited 559 times, 1 visits today)

Note sull'autore