L’ombra del dolo sulle fiamme che hanno devastato le campagne di Sassari. Cosa fare in caso d’incendio

Gli incendi nella provincia di Sassari.

Ameno tre incendi sarebbero stati provocati dalla mano dell’uomo. Almeno tre focolai non si sarebbero originati per caso. E forse intorno a questi tre roghi, che hanno messo in allarme il Corpo forestale nella giornata di ieri, ci potrebbe essere la stessa persona. Anche su questo punto si stanno concentrando le indagini delle divise verdi.

Gli incendi più grossi ieri in provincia di Sassari sono scoppiati a Burgos, Bono e Bottida. Ma sono stati 18 i roghi segnalati in tutta la Sardegna. E anche oggi si annuncia una giornata di passione per le nostre campagne, con le fiamme che stanno distruggendo l’agro intorno a Buddusò.

Le operazioni di spegnimento hanno visto in prima linea gli uomini del Corpo forestale con i vigili del fuoco, supportati dall’alto elicotteri e canadair. Ma cosa fare nel caso si avvisti un incendio?

Ancora fiamme a Bono, sul posto l’elicottero per spegnere l’incendio

La prima regola è telefonare al numero di soccorso 115 del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, fornendo le indicazioni necessarie per localizzare l’incendio.  Bisogna cercare una via di fuga sicura, una strada o un corso d’acqua. Non fermarsi in luoghi verso i quali soffia il vento. Il rischio è di rimanere imprigionato tra le fiamme e non avere più una via di fuga.

L’incendio non è uno spettacolo, ricorda la Protezione civile. Non bisogna sostare lungo le strade. Si intralcerebbero i soccorsi e le comunicazioni necessarie per gestire l’emergenza.

(Visited 232 times, 1 visits today)

Note sull'autore