Vinta la sfida della disabilità, il modello che funziona del Plus Anglona

Il convegno regionale disabilità ed inclusione a Sassari.

È stata una giornata intensa e ricca di contenuti quella di giovedì 5 dicembre nella Camera di Commercio a Sassari. Per il convegno regionale Disabilità e inclusione – Passo dopo passo, verso nuove sfide, organizzato dal PLUS Anglona-Coros-Figulinas, del quale il Comune di Osilo è ente capofila, ai microfoni si sono alternati numerosi relatori.

Nella sala gremita di pubblico tra i presenti c’erano anche gli studenti delle classi quarta del Liceo Statale “Margherita di Castelvì”. E neppure per loro sono mancati gli spunti di riflessione, considerato in particolare, come è emerso più volte durante gli interventi, che i dati della dispersione scolastica nell’isola sono drammatici. A portare i saluti istituzionali è stato il sindaco di Osilo Giovanni Ligios con il presidente dell’ANCI Sardegna Emiliano Deiana e con la vicepresidente della Fondazione di Sardegna Angela Mameli.

Mario Bonu, che ha lavorato per tanti anni proprio per il PLUS Anglona-Coros-Figulinas, ha moderato il dibattito. Per la direzione generale delle Politiche Sociali della Regione Autonoma della Sardegna c’era Marika Batzella, che ha illustrato le tante linee di attività mirate all’inclusione. Tra queste rientrano Vita Indipendente e Includis, di cui hanno parlato Mirko Marongiu, responsabile del PLUS Anglona-Coros-Figulinas, e Barbara Calabrese, coordinatrice dei due progetti nell’Ambito. Progetti che qui, rispettivamente con 14 e con 19 persone coinvolte, vantano numeri significativi e risultati molto soddisfacenti. E lo hanno dimostrato persino le testimonianze dirette, quando un ragazzo e una ragazza hanno raccontato con commozione e con gratitudine la loro esperienza.

Alla fine, a trarre le conclusioni sul Convegno regionale Disabilità e Inclusione – Passo dopo passo, verso nuove sfide è stato il sindaco Ligios: “Era necessario tirare le somme su quanto è stato fatto sino a ora per garantire un miglioramento continuo dei servizi alla persona. La consapevolezza della maturità raggiunta dai nostri operatori, con un doveroso ringraziamento per la costante collaborazione a tutti i Comuni dell’Ambito Anglona-Coros-Figulinas, e il confronto con le altre realtà regionali rappresentano come sempre la base di partenza per il raggiungimento dei prossimi traguardi. Il PLUS oggi costituisce uno strumento fondamentale per accrescere il benessere nel territorio e la volontà politica non può che essere quella di rafforzarlo”.

(Visited 151 times, 1 visits today)

Note sull'autore