Migliora la qualità della vita di Sassari, bene ambiente e cultura. Ma peggiora la situazione del lavoro

L’analisi sulla qualità della vita del Sole 24 ore.

Un bel balzo in avanti. Dalla 76esima alla 58esima posizione. In un solo anno. Mettendosi nella parte alta della classifica nazionale. Un po’ peggio di quella regionale, dove è vincitrice su Oristano (65), ma è battuta da Nuoro (57) e da Cagliari (20). Ma alla fine il dato che conta è che è migliorata la qualità della vita a Sassari.

Lo dice l’analisi annuale del Sole 24ore, che tiene in considerazione tutta una serie di indicatori, dalla richezza e consumi alla cultura e tempo libero. La fotografia che ne consegue denota ancora ampi spazi di miglioramento. Ma per una volta si può guardare il bicchiere mezzo pieno. Come per quanto riguarda la posizione relativa ad Ambiente e Servizi. L’anno scorso Sassari era in 42esima posizione, quest’anno, alla 12.

Un altro vero e proprio salto in avanti è per la Cultura e il Tempo libero. Dal 94esimo posto passa al 34esimo. Migliora anche la Demografia e società: 91 contro 48. A peggiorare, invece, è la categoria Affari e lavoro, che scivola all’88esima posizione, mentre era partita dalla 68.

Dall’analisi del Sole emergono anche alcune curiosità. Ad esempio che la rata media dei mutui è di 735 euro o che l’importo medio delle pensioni di vecchiaia è di 1115 euro. Il tasso di disoccupazione è del 14,6% e le startup innovative sono 3 ogni mille abitanti. Da segnalare, infine, che ci sono 5,1 biblioteche ogni mille abitanti e 647,7 posti a sedere al cinema sempre per lo stesso rapporto di popolazione.

(Visited 261 times, 1 visits today)

Note sull'autore