Assunzioni nella polizia locale e più sicurezza all’esterno delle scuole all’attenzione del Comune

La richiesta del consigliere Marco Dettori.

Il consigliere di Sassari Marco Dettori, Capogruppo Futuro Comune, ha presentato un’interpellanza per chiedere all’amministrazione comunale quali siano le tempistiche per l’assunzione di nuovi operatori di Polizia Locale, l’istituzione di nuovi “Nonni vigile” ed un’adeguata segnaletica stradale in prossimità degli istituti scolastici cittadini, con particolare riferimento a quelli dell’infanzia. Tutto questo affinché si possano garantire maggiori livelli di sicurezza per alunne, alunni, insegnanti ed operatori scolastici, in riferimento al fenomeno della sosta selvaggia delle auto all’esterno degli istituti scolastici.

“Vi è la necessità di garantire un alto livello di sicurezza alle bambine ed ai bambini che giornalmente si trovano a dover affrontare slalom tra le macchine parcheggiate in seconda fila, sui marciapiedi, a ridosso degli STOP, sulle strisce pedonali e negli stalli per disabili, nei pressi degli istituti scolastici cittadini”, spiega Dettori, che osserva come si tratti di un fenomeno in ascesa per via dell’uso sempre più forte dell’auto anche per effettuare pochi metri e dalla poca disponibilità a effettuare dei percorsi a piedi.

“La tutela della sicurezza di studenti, insegnanti ed operatori scolastici prevale senza dubbio alcuno sulla ingiustificata ed inaccettabile esigenza dei genitori di dover arrivare in auto fino all’ingresso degli istituti per poter accompagnare i propri figli, sostando in modo “selvaggio”, con tutti i rischi che da tali atteggiamenti derivano. Pensiamo solo all’eventuale passaggio di mezzi di soccorso”, conclude il consigliere, che chiede al sindaco di conoscere i tempi perché il ”corpo” di polizia possa operare a tutti gli effetti, chiedendo altresì di assumere ulteriori nonni vigile, “che si occupano della sicurezza di allieve ed allievi nei pressi degli istituti scolastici cittadini”.


(Visited 840 times, 1 visits today)

Seguici su Facebook