Botte fuori dal locale a Sassari: “Massacrate solo perchè erano trans”

Il movimento omosessuale sardo sull’aggressione.

Letteralmente scaraventate fuori dal locale, vengono prese a schiaffi, pugni, tanto che una delle due cade distesa a terra, mentre volano sedie e tavolini. Il movimento omosessuale sardo torna sul caso del video della zuffa all’esterno di un noto locale di Sassari, l’Enjoy Privè di via Roma.

“Qualsiasi fosse la colpa delle due malcapitate, sarebbe bastato l’intervento professionale della security per allontanarle o, nel caso, consegnarle alla polizia – afferma il movimento -. Invece, è successo quello che potremmo definire l’esplosione di un delirio transfobico con decine di persone che si sono sentite autorizzate a massacrare di botte due persone solo perchè transessuali”.

Il Mos ricorda che solo alcuni mesi fa si è verificata un’altra aggressione omofobica a Sassari, a cui sono seguite le denunce. “Non possiamo che invitare la direzione del locale a comportamenti più civili e al cambio immediato dell’attuale personale della security con professionisti del settore”, concludono.

(Visited 1.826 times, 1 visits today)

Note sull'autore