Il Sassari calcio Latte Dolce si prepara all’esordio in campionato

Le parole del capitano Marco Cabeccia.

Il Sassari calcio Latte Dolce si prepara a fare il suo esordio stagionale nel campionato di serie D 2019 – 2020. Dopo la prima gara ufficiale disputata domenica scorsa in Coppa Italia – pareggio al 90′ e sconfitta ai rigori nella stra cittadina con la Torres – il calendario del girone G propone subito una replica offrendo occasione di pronto riscatto: domenica alle 18 infatti biancocelesti e rossoblù incroceranno nuovamente le loro strade sull’erba del Vanni Sanna, stavolta con i tre punti in palio e il Sassari calcio Latte Dolce a fare da padrone di casa.

Una partita particolare, la prima della stagione in un contesto tutto sassarese. Una partita da preparare, approcciare e interpretare come tutte le altre di una stagione lunga e difficile che, peraltro, è appena agli inizi. 

Marco Cabeccia, capitano e difensore del Sassari calcio Latte Dolce: “Siamo carichi e motivati al punto giusto, pronti ad affrontare la prima di una lunga serie di battaglie che ci riserverà questa impegnativa stagione. È sempre emozionante iniziare un nuovo campionato e sarà ancora più bello farlo contro una delle squadre più blasonate di tutto il girone. Conosciamo il valore della Torres: è stata costruita per fare un campionato di vertice e proprio per questo sappiamo di dover dare il massimo per riuscire a mettere in campo una buona prestazione. Questo deve essere il nostro obbiettivo. Il risultato poi sarà una conseguenza di quanto riusciremo a proporre sul terreno di gioco. La partita di Coppa Italia ha solo confermato quello che già sapevamo. La nostra filosofia è sempre la stessa: proporre calcio, il nostro calcio. Il che non è sempre facile e scontato, può dipendere da varie componenti come la bravura della squadra che si ha di fronte, lo stato di forma, il periodo della stagione nel quale ci si trova. Alla base però ci deve essere sempre e comunque il massimo rispetto per gli avversari, unitamente all’umiltà e allo spirito di sacrificio in allenamento e in gara. Noi stiamo lavorando sodo per dare ancora più forza a questi concetti, ma siamo solo all’inizio e quindi sappiamo che non tutto può girare immediatamente alla perfezione. Siamo consci della nostra forza e delle armi che abbiamo a disposizione, quindi massima fiducia e grande entusiasmo. Nessun proclama, non si vola alto si gioca a calcio: sono sicuro che sarà una bella giornata di sport a Sassari e per Sassari”.

(Visited 47 times, 1 visits today)

Note sull'autore

Seguici su Facebook