Incendi, pomeriggio di passione. Oltre 30 ettari in fumo nelle campagne di Bonorva

Gli incendi che sono divampati nel Sassarese.

Una giornata di super lavoro. In alcuni momenti drammatica. Ma alla fine con l’importante risultato raggiunto da tutti gli uomini del sistema anti-incendio di limitare il più possibile il propagarsi delle fiamme. Il primo rogo è scoppiato verso le ore 12.40 tra le campagne del comune di Torralba e di Bonorva.

L’incendio ha interessato un’area di circa 30 ettari composta da pascoli nudi e alberati. Sono intervenuti a più riprese gli elicotteri leggeri del Corpo forestale provenienti dalle basi di Alà dei Sardi, Anela, Bosa oltre al Super Puma (l’elicottero pesante del Corpo Forestale dislocato presso la base di Fenosu ad Oristano) ed a 2 Canadair appartenenti alla flotta aerea nazionale della Protezione civile.

Le operazioni di spegnimento sono state dirette sia dal personale del Corpo forestale della Stazione di Thiesi che da quello della stazione di Bonorva giunta tempestivamente sul posto unitamente a 4 squadre di FoReSTAS provenienti rispettivamente da Giave, Bonorva, Burgos, Illorai e Thiesi. Sul posto sono giunti anche i barraccelli di Torralba e i vigili del fuoco di Sassari. Gli elicotteri hanno terminato il loro intervento alle ore 15.

Nemmeno il tempo di riposare che, sempre in provincia di Sassari, in località La Madonnina si è sviluppato, alle ore 17.15 circa, un nuovo incendio in un’area composta da pascoli alberati e cespugliati che ha minacciato un’area boschiva.

Le fiamme hanno interessato circa 1500 metri quadri. Ha richiesto l’intervento dell’elicottero leggero del Corpo forestale e di vigilanza ambientale proveniente dalla base di Alà dei Sardi. Richiesta anche l’azione di due squadre di Forestas di Buddusò, una squadra di volontari di Buddusò e 1 squadra di vigili del fuoco di Ozieri. L’incendio è stato spento intorno alle 18.

(Visited 626 times, 1 visits today)

Note sull'autore

Be the first to comment on "Incendi, pomeriggio di passione. Oltre 30 ettari in fumo nelle campagne di Bonorva"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*