Data

Lug 10 2019 - Lug 21 2019

Ora

Tutti del giorno

Musica, cultura e Masterclass circondano Bosa per dodici giorni

Il Festival di Bosa tra cultura e musica.

Parte il countdown per il Festival Internazionale di musica da camera arrivato alla sua dodicesima edizione e firmato da Inter Artes: dal 10 al 21 luglio le vie della città di Bosa si coloreranno di note musicali, laboratori e Masterclass, con nomi di artisti di fama internazionale e oltre cento musicisti provenienti da tutte le parti del mondo. L’evento, finanziato in parte dal Comune di Bosa, dall’Assessorato alla Cultura della Regione Autonoma della Sardegna, rinnova la collaborazione con il pittore e gallerista bosano Mariano Chelo e il suo atelier creativo: la galleria MAP. Il Festival vanta di professori di fama internazionale, come Agnieszka Marucha violinista e docente alla Chopin University di Varsavia, Magda Koczka soprano ungherese, il pianista polacco Marian Mika e il primo flauto dell’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, Riccardo Ghiani.

Tra le novità di quest’anno, la masterclass di Armando Marrosu, grande nome della chitarra classica in Europa e la partecipazione al Festival del flautista belga Carlos Bruneel, docente del Brussels Royal Conservatory. In più, la cantante argentina Rosa Rodriguez terrà un focus sulla musica da camera Latino Americana. Dalle nuove collaborazioni nascono due masterclass interessanti: quella del clarinettista sardo Antonio Puglia, docente del Conservatorio Canepa di Sassari e quella dell’arpista Paloma Tironi.  Spazio anche alla musica antica, attraverso il corso tenuto dai maestri Calogero Sportato e Daniele Cernuto, dal 10 al 15 luglio. La danza non rimane certo al margine: il brio di Lory Warner, ballerina e docente americana, proporrà un laboratorio in salsa Tip Tap. Non mancheranno i docenti storici del Festival, come il violinista Dimitri Mattu, l’arpista Alessandra Manca e le pianiste Angela Oliviero e Francesca Carta.

Ad aprire la dodicesima edizione del Festival Bosa Antica, la suggestiva Via Crucis e le quattordici stazioni di Franz Liszt, affidata all’interpretazione dei cori riuniti diretti da Jana Bitti: Coro Laudate et Benedicite          Cappella Musicale di Don Gino Porcheddu, con le voci soliste della soprano Chiara Spada e del baritono Piero Scavia, accompagnati al pianoforte da Luca Virgilio.

Per avere informazioni dettagliate sull’evento e sulle Masterclass, visitare il sito Corsi Bosa Antica.

(Visited 151 times, 1 visits today)

Autore: Chiara Sanna

Be the first to comment on "Musica, cultura e Masterclass circondano Bosa per dodici giorni"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*


Seguici su Facebook