A Porto Torres continua l’integrazione della popolazione rom

Il sopralluogo nell’ostello di via Balai.

Prosegue l’attività dell’amministrazione comunale volta alla piena integrazione della popolazione rom di Porto Torres. Domani verrà ispezionato l’ostello di via Balai, occupato da una famiglia di circa undici persone. Domani giovedì 20 giugno si svolgerà infatti il sopralluogo della Polizia Locale, insieme a un referente dei Servizi sociali del Comune di Porto Torres e con la presenza dell’assessore ai Servizi sociali Rosella Nuvoli, per eseguire una valutazione dello stabile ed effettuare degli accertamenti sulle presenze. L’ostello è infatti occupato dal 2014 da una numerosa famiglia rom. I Servizi sociali del Comune incontreranno in seguito i capofamiglia per trovare insieme le soluzioni più adatte per un loro trasferimento e per garantire la loro piena integrazione.

“Dopo la corposa attività nel campo rom di ponte Pizzinnu ci stiamo concentrando sulle altre situazioni critiche della città – dichiara l’assessore ai Servizi sociali Rosella Nuvoli – il nostro obiettivo è dare piena dignità a queste persone e metterle in condizione di vivere serenamente”.

“Invito i politici regionali che lanciano accuse e ignorano completamente la realtà di Porto Torres a diffidare dai loro maliziosi consiglieri turritani – commenta il sindaco di Porto Torres Sean Wheeler – dal canto nostro, rispondiamo con i fatti. La mia giunta è da molto tempo impegnata nella risoluzione di tutte le tematiche relative ai rom ed è estremamente sensibile al tema. Il lavoro sull’ostello della gioventù di Balai, come ampiamente dichiarato nei mesi scorsi, era già in itinere. Sono sicuro che grazie al prezioso lavoro dei nostri uffici lo stabile sarà presto libero e potrà ritrovare la sua vocazione turistica”.

(Visited 134 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "A Porto Torres continua l’integrazione della popolazione rom"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*