Dal finto aspirapolvere al bagno nella fontana, chi sono i ragazzi di Sassari che fanno discutere con le loro goliardate

Un gruppo di giovani sassaresi ha diviso l’opinione pubblica.

Dall’utilizzo del hoverboard per spolverare al tuffo nella fontana di via Brigata Sassari, il passo è stato breve. Il fenomeno “Beddafini“, nato su Instagram, in poche settimane ha raggiunto oltre 4mila utenti.

Tra ilarità e moralismo, i sassaresi sono divisi sulle goliardate del gruppo di giovani. C’è chi parla di bravate e invita a farsi una risata, chi invece li vorrebbe sanzionati e querelati.

La pagina nata per scherzo, secondo i responsabili dell’account, ha la scopo di divertire senza mancare di rispetto.

A onor del vero, la fondazione dell’account risale a fine 2015. Il primo post, invece, lo scorso 11 ottobre con la sponsorizzazione di un Gavino plus, ragazzo tuttofare che per spolverare raggiunge in hoverboard gli angoli della casa. Poi la corsa in mutande a staffetta nella rotaria di via Pirandello, mentre il cameraman estemporaneo girava il tutto dallo smartphone nella macchina. Ma anche la doccia all’interno di un autolavaggio, fino al caso più emblematico. La nuotata nella fontana di via Brigata Sassari che ha scatenato non poche reazioni tra l’opinione pubblica.

(Visited 2.784 times, 1 visits today)

Note sull'autore