Champions League: dopo i primi turni è tempo di bilancio per l’edizione 2020-2021

Il bilancio dopo le prime tre partite della fase a gironi.

Dopo il terzo turno di Champions League è possibile fare il punto della situazione, visto che la fase a gironi è arrivata al cosiddetto giro di boa, avendo disputato tre gare sulle sei totali. Il bilancio parziale mostra, in base alle dinamiche dei rispettivi gruppi, come vi siano gironi più o meno equilibrati, in termini di punteggio, mentre altri hanno già mostrato le qualità e i limiti dei club coinvolti in questo prestigioso torneo.

I gruppi di Champions: chi ha iniziato meglio questa edizione?

Tra le big ci sono diverse conferme e qualche novità: i campioni in carica del Bayern Monaco di Hans-Dieter Flick, dopo aver trovato sulla loro strada avversari abbastanza ostici, hanno ottenuto tre successi su tre, realizzando dodici reti e subendone solo tre.  Di contro c’erano l’Atletico Madrid di Diego Simeone, il Red Bull Salisburgo e la Lokomotiv Mosca. Da un gruppo così definito si passa a uno piuttosto equilibrato, con il Borussia Mönchengladbach, il Shakhtar Donetsk, il Real Madrid di Zidane e l’Inter di Antonio Conte. Chiude la classifica provvisoria proprio la formazione nerazzurra, che con due punti sarà costretta a vincere le prossime tre gare. Anche il Real Madrid esce un po’ ridimensionato, mentre il Borussia guida la classifica parziale, con un punto di vantaggio nei confronti dello Shakhtar e del Real Madrid. La formazione tedesca, dopo la larga vittoria contro il club ucraino ha però un vantaggio considerevole anche in ottica di scontro diretto o se dovesse arrivare a pari punti con le altre del girone, grazie alle dieci reti realizzate.

I gruppi di Champions League: tra conferme e sorprese la fase a gironi prosegue

Nel gruppo C troviamo un’altra candidata al titolo di campionato, ovvero il Manchester City di Guardiola. Il club inglese dopo aver ceduto in Premier il titolo al Liverpool, cerca riscatto sia in campionato che in coppa. Le tre vittorie nette con nove reti realizzate e solo una subita sembrano essere un buon biglietto da visita per questa edizione di Champions. Sempre nello stesso girone il Porto ha ben figurato con i suoi sei punti, mentre il cammino europeo per l’Olympique Marsiglia appare piuttosto compromesso, con tre sconfitte su tre gare. Nel gruppo D ci sono poi almeno tre squadre che potrebbero dire la loro in questa edizione. Si tratta di Liverpool, che ha vinto tutte e tre le gare e conduce a punteggio pieno il girone, mentre Ajax e Atalanta dovranno contendersi il secondo posto, stando ai pronostici dei maggiori bookmaker di scommesse calcio che hanno già dato le nuove quote per questa competizione. L’Atalanta di Gasperini dopo aver figurato alla scorsa edizione, deve ripartire da una cocente sconfitta contro i Reds di Klopp, ma c’è il precedente positivo dello scorso anno, quindi le possibilità di arrivare agli ottavi di finale sono ancora piuttosto buone. I gruppi E e F mostrano molto equilibrio, almeno per le squadre in prima posizione, con Chelsea e Siviglia ben avviate verso gli ottavi di finale, mentre nel gruppo F il Borussia Dortmund dovrà guardarsi dalla Lazio di Simone Inzaghi, per mantenere il primo piazzamento. Se il gruppo G non mostra grandi sorprese con Barcellona e Juventus al primo e secondo posto, lo stesso non può certo dirsi per il gruppo H dove in modo inaspettato il Manchester United e il RB Lipsia guidano la classifica con 6 punti, mentre il PSG e il Basaksehir chiudono a tre punti. La sconfitta del PSG contro il Lipsia è stata tra le vere grandi sorprese di questa prima fase di Champions League a gironi.

(Visited 39 times, 1 visits today)

Note sull'autore