Vendevano alcolici ai minorenni, bar sanzionato e 2 negozi chiusi a Sassari

I controlli della polizia locale di Sassari.

Sono 80 le attività tra circoli, bar, negozi e supermercati, controllati nel fine settimana dalla polizia locale di Sassari. Il risultato è stato 2 esercizi di vicinato chiusi in alcune ore per un mese e un bar sanzionato. Gli agenti sono scesi in campo per arginare il fenomeno sempre più preoccupante della vendita di alcolici ai minorenni.

Il sindaco Nanni Campus ha disposto ieri, con un’ordinanza, la sospensione dell’attività di un esercizio di vicinato in via Università. Per un mese il negozio dovrà chiudere dalle 16 alle 8 del giorno dopo. Nel fine settimana appena trascorso la Polizia Locale ha accertato che il titolare ha venduto superalcolici a una ragazzina di 16 anni. Già la scorsa settimana il sindaco aveva sancito la sospensione dell’attività di un esercizio di vicinato nella stessa zona, sempre per un mese ma in questo caso dalle 13 alle 8 in quanto l’esercente è recidivo. In occasione dell’ultimo controllo è stato accertato che l’uomo aveva venduto alcolici a un ragazzino minorenne.

Infine, sempre nei giorni scorsi, è stato sanzionato dagli agenti del Comando di via Carlo Felice il titolare di un bar in via Roma perché è stato accertato che somministrava al tavolo bevande alcoliche a due ragazze minorenni. In questo caso, la normativa nazionale prevede la sanzione da 250 a 1.000 euro. In caso di recidiva si applica la sanzione da 500 a 2mila euro, con sospensione dell’attività per 3 mesi. Il divieto riguarda i minori di anni 18, ultra 16enni, mentre la somministrazione di alcolici ai minori di 16 anni è sanzionata penalmente.

Condividi l'articolo