Mercato illegale dei ricci di mare ad Alghero: “Tolleranza zero”

La parole della deputata algherese Deiana.

“Tolleranza zero contro la pesca illegale, la vendita abusiva e il mancato rispetto delle norme igieniche dei ricci di mare. L’indagine meticolosa, portata magistralmente a termini dagli uomini dell’Ufficio Circondariale marittimo di Alghero e della Guardia di finanza, mette in luce una rete di rapporti e comportamenti illeciti di una gravità assoluta verso un prodotto a rischio di estinzione e nei confronti dei consumatori”.

Così Paola Deiana, deputata algherese del Movimento 5 stelle, commenta l’operazione che ha portato a smascherare un’associazione a delinquere che gestiva il mercato illegale dei ricci di mare.

“Preziosi echinodermi pescati anche sottomisura, lavorazioni della polpa effettuate in abitazioni private o presso i casolari in aperta campagna, ma certificata come legalmente prodotta presso stabilimento autorizzati. Quanto emerso da questa indagine ci porta ancora di più a riflettere sulla situazione della raccolta illegale e ad attore ulteriori misure al fine di contrastare la crisi delle popolazioni, in gran parte dovuta propria alla sovrapesca”, sottolinea la capogruppo della Commissione Ambiente alla Camera.

“Lo dobbiamo fare – aggiunge la parlamentare –, anche per tutti quegli operatori del settore, dai pescatori ai ristoratori, rispettosi delle regole e consapevoli della massima prudenza che occorre avere rispetto ad azioni che rischiano di turbare il delicato equilibrio dell’ambiente marino”.

(Visited 253 times, 1 visits today)

Note sull'autore