L’assassino di Zdenka dal carcere: “Chiedo perdono. Non volevo ucciderla”

Francesco Fadda chiede il perdono dei familiari.

Si è svolto questa mattina, all’interno del carcere di Bancali, a Sassari, l’interrogatorio di garanzia nei confronti di Francesco Fadda. L’uomo, sabato sabato scorso, aveva sferrato una coltellata mortale contro la ex compagna, Zdenka Krejcikova, all’esterno di un bar a Sorso.

Una sola brutale coltellata al petto: così è stata uccisa Zdenka a Sorso

L’imputato, davanti al giudice Michele Contini, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Ma rilasciato una dichiarazione spontanea. “Non volevo uccidere. Sono molto dispiaciuto per ciò che è successo e chiedo perdono alle due bambine che consideravo come figlie – ha affermato Fadda -. Chiedo perdono anche ai familiari e parenti di Zdenka“.

Nel frattempo, il giudice si è riservato di decidere sulla misura cautelare e la convalida del fermo che dovrebbe arrivare nelle prossime ore o al massimo domani mattina.

In migliaia alla fiaccolata per ricordare Zdenka, Sorso dice no alla violenza sulle donne

Questo pomeriggio, alle 15:30, nella parrocchia di San Pantaleo a Sorso, si terranno i funerali della donna di origine ceca. Ieri sera, migliaia di persone avevano espresso la loro solidarietà con una fiaccolata che ha coinvolto diverse migliaia di cittadini.

(Visited 3.400 times, 1 visits today)

Note sull'autore